Pillole sugli NPL

Pubblichiamo un breve flash sul settore dei Non performing Loan. Cosa sta succedendo nel comparto che ha rappresentato in Italia il più’ grande mercato degli NPL del mondo? Lo smaltimento accelerato dello stock di crediti a sofferenza  ha comportato un vero e proprio trasferimento di rami bancari  per oltre 270 miliardi dal sistema bancario al comparto dei servicer NPL . Ulteriori 50 miliardi di cessioni sono attese nei prossimi mesi . Il derisking ha comportato due effetti sostanziali. Il primo consiste nel fatto che il sistema bancario si è disfatto dell’ asset class  più’ deteriorata, che avrebbe potuto trascinare nuove banche nelle procedure di risoluzione BRRD, evitando cosi’ il Bail in. Tale rischio in parte è stato assorbito dal capitale delle banche, in parte è stato ribaltato sul MEF attraverso le GACS ed in parte è stato trasferito in capo agli investitori acquirenti dei portafogli NPL.  Il secondo effetto si è manifestato sui servicer. Con l’acquisizione di masse consistenti di NPL in un periodo breve di 3 anni i servicer hanno preso in carico anche i problemi che prima affliggevano le banche. Si avvertono i primi segnali di debolezza,  tensioni sindacali e  carenze di risorse  per la gestione efficiente dei recuperi. Gli investitori cominciano a ritirarsi e i servicer ad aggregarsi.     

Il mercato degli NPL non si ferma con lo smaltimento delle sofferenze ormai all’80% . Adesso tocca agli UTP che oggi rappresentano nei portafogli NPL delle banche la categoria maggiore .  Con le nuove norme europee introdotte del Credit provisioning e della nuova Definizione di Default la gestione dei crediti deteriorati diventa più’ onerosa. Già alcune banche stanno rivedendo i business model prevedendo per gli anni futuri il ricorso strutturale alle cessioni di posizioni pre-UTP o il ricorso alla gestione in outsourcing.

Il quotidiano Repubblica ha pubblicato un’intervista sul tema degli NPL all’autore dello studio.

Clicca per scaricare l’articolo di Repubblica del 22 ottobre 2019


Clicca per scaricare il documento della tavola rotonda AIFIRM : “Pillole sugli NPL”